Auto ad Aria Compressa

Arrivano le Auto ad Aria Compressa e che cosa fanno le case automobilistiche più blasonate del pianeta? Si scannano per fare accordi con chi le ha inventate? Un minimo di buon senso porterebbe a pensare questo invece, come al solito, si cerca di tenere tutto nascosto, lontano dai riflettori.
Ma il consumatore é stanco e più intelligente di una volta, ora si informa, la rete non ha censure e basta una ricerca su google per scoprire un nuovo mondo, fatto di zero emissioni nocive e di due euro per un pieno di aria compressa, per un totale di 200 chilometri da percorrere. In primavera entra in produzione l'AIRpod, veicolo ad aria compressa prodotto dalla MDI, azienda francese con idee molto chiare.

A differenza dei veicoli elettrici, che presentano costi per le batterie ancora non economici, il motore ad aria compressa e relativo veicolo partono da un prezzo base di 3500 Euro ( tremilacinquecento Euro ).

8 commenti:

Marco ha detto...

Ciao, è da un po che seguo le notizie sulla mdi..e il tuo blog è molto interessante!! diverso tempo fa avevo scritto un articolo sulla pericolosità di pensare all'idrogeno come combustibile del futuro.. se ti può interessare vai al sito www.aironeburlone.blogspot.com ... ciao

grazianoch ha detto...

Il progetto, a quanto si legge, è in fase molto avanzata: con i tempi che corrono e l'inquinamento sempre piu' preoccupante, almeno in teoria, vorrei vedere un interesse maggiore da parte di aziende importanti a livello mondiale...
Non sarebbe l'avvenimento del secolo, da premiare con un premio Nobel?

nicola ha detto...

il progetto è sicuramente interessante (e mi piacerebbe avere anche qualche informazione tecnica in più)

va detto però che il look non è per niente accattivante. e si sa, le macchine si comprano per le prestazioni, per la comodità e per il look.
non dico che dovevano realizzare una copia della ferrari, ma quegli oblò .....!!!!
bastava copiare la matiz: sembrava molto più macchina, no?

Anonimo ha detto...

quando prendo patente a 18 anni, voglio una di queste, piuttosto che a carburante che inquina :D e chissene se non è il massimo della velocità, della bellezza. è un veicolo! non ci si sposa, ci si sposta!

Anonimo ha detto...

Studiatevi un po' di termodinamica. L'auto ad aria compressa non si può fare.

Anonimo ha detto...

mi sa che tu carnot nn sai nemmeno chi sia è? ti ha pagato la fiat o sei ignorante di tuo?

Anonimo ha detto...

Mi spiace deludervi, ma l'auto ad aria compressa (come l'auto elettrica) non risolve il problema dell'inquinamento, lo sposta solamente: infatti per comprimere l'aria ho bisogno di un compressore, il quale necessita di energia elettrica (che trasforma in lavoro di compressione). Quindi l'auto in questione può essere pulita solo nel caso in cui l'energia elettrica che uso sia ottenuta da fonti rinnovabili (come i pannelli fotovoltaici).
Purtroppo però la maggior parte della produzione di energia avviene grazie a combustibili fossili (81%, guardando sui siti dell'ENEA e dell'AIGE ci si fa un'idea della situazione) quindi la sola auto ad aria compressa, al di là delle questioni tecniche, non migliorerebbe la situazione ambientale. Al massimo può essere un'aiuto dal punto di vista economico.
Spero di esservi stato di aiuto, saluti

Davide ha detto...

Personalmente, se l'auto ad aria compressa venisse commercializzata, mi comprerei subito anche un pannello fotovoltaico da mettere sul tetto di casa. E per certo in questo modo toglierei di mezzo per sempre un'auto inquinante dalla faccia della terra. Mi pare un'enorme successo. La quota di energia prodotta da fonti rinnovabili è destinata ad aumentare, anche molto rapidamente se siamo capaci di mandare a casa i politici lobbisti che ci governano.

Quanto saresti disposto a spendere per un’auto ad aria compressa che percorre 200 km con 2 euro di ricarica , viaggia al massimo a 70 km orari ed ha emissioni nocive zero?