AirPod e AirOne: parte il Pre Acquisto


Ci siamo: nel perfetto silenzio dei media internazionali, la casa costruttrice delle Auto ad Aria Compressa comunica che, nelle prossime settimane, lancerà la campagna di pre-acquisto dei propri mezzi super ecologici a costi d’esercizio incredibilmente ridotti.


I veicoli alimentati ad aria compressa prenotabili sono L’AirPod e l’AirOne. L’azienda afferma che “Questo ulteriore passo segue il passaggio con successo da parte dei nostri veicoli di tutti i test di certificazione”.

Parte oggi il Gruppo d’Acquisto Italiano dell’Auto ad Aria Compressa.

Per i neofiti, il Gruppo d'acquisto è un insieme di consumatori che compera un determinato tipo di merce direttamente dal produttore senza passare per vie intermedie, come negozi o grossisti che fanno lievitare il prezzo finale del prodotto. L’unione fa la forza: un numero elevato di aderenti consente di spuntare un prezzo nettamente migliore dal produttore.

Ad oggi non abbiamo informazioni sui costi (tuttavia è ragionevole pensare ad un prezzo tra i 4000 e i 7000 euro) e non abbiamo immagini dell'AirOne (sopra l'immagine dell'AirPod).

Se sei interessato all’acquisto manda oggi stesso la tua manifestazione d'interesse via mail all’indirizzo autoariacompressa@gmail.com : gli iscritti riceveranno a tempo debito l’offerta che l’azienda produttrice ci avrà riservato. Solo a quel punto deciderai se far parte del Gruppo d'Acquisto e comprare l'auto a condizioni vantaggiose.

Ulteriori informazioni quali immagini, caratteristiche tecniche e costi saranno disponibili a breve: segui il sito iscrivendoti insieme agli altri amici alla sinistra di questa pagina.

52 commenti:

Antonio ha detto...

Grazie per i Vostri sforzi,perche' anche con una semplice auto si puo' garantire il futuro dei nostri figli,e perche' no risparmiando.Grazie e non cedete mai ai potenti.

Anonimo ha detto...

io spero e credo nell'aria compressa... ora che i 70km/h sono raggiungibili consiglio di migliorare l'estetica perchè al momento è orribile... perchè non farla come un'auto normale?

Anonimo ha detto...

Forzaaaa...servono notizie.
MDI ti decidi a farti sentire? Quando parte la vendita in Italia?
Quei pochi soldi che abbiamo li usiamo per una tua vettura o li usiamo per altro?
Siamo già ad Aprile, ci fate un bilancio di come sono andate le cose con le vetture fornite ad Air France?

Anonimo ha detto...

Attendo, con impazienza, la commercializzazione
in Italia.

Roberto Rossi ha detto...

Mi chiamo Roberto Rossi e vi scrivo perchè ho seguito la vicenda dell'auto fin dai primi esordi circa dieci anni fà.
Spero che l'auto arrivi al più presto anche in Italia visto che doveva essere prodotta proprio nel nostro Paese e che poi invece improvvisamente il progetto è scomparso.
Sono interessato ad una vettura ad aria per mobilità extraurbana soprattutto per lavoro e visto che ho fatto investimenti nel solare termico, solare fotovoltaico, vorrei chiudere il cerchio.
Vorrei se possibile vedere delle immagini dell'airone e possibilmente anche indirizzi internet di video, foto, documentazione tecnica.
Grazie per quello che state facendo, io nel frattempo divulgo l'informazione a tutti i contatti, guardo su facebook se c'è gia qualche gruppo che ne parla, cordiali saluti Roberto.

Anonimo ha detto...

Forza!!!!!! Sono anni che vi seguo.
Un'auto cosi' assieme al Segway e' il mio sogno.

Anonimo ha detto...

Forza ragazzi teniamo duro!
Pannelli fotovoltaici per ottenere energia per caricare il compressore che carica l'auto ad aria compressa! Viaggio pulito!!!!!!!!!!!!!!!!
Ciao Ciao BP, Shell, Eni ecc...
Luigi

Anonimo ha detto...

Caro Guy:
Se non ti sbrighi, le elettriche ti faranno mangiare la polvere (pardon il pm10).

giogio ha detto...

ajò !!!! a ce la facciamooooo !!!!!!

massimiliano ha detto...

Spero solo che si riesca a togliere di mezzo la grande catena di speculazione sul petrolio perchè non se ne può veramente più!!!!!!!!!!

Abbiamo tante risorse di energia pulita, ma purtroppo siamo costretti ad utilizzare solo quello che ci obbligano per soli fini commerciali, dove girano sempre tanti soldi.

Anonimo ha detto...

esticamente sto POD è orripilante.
ma perchè non dargli una sagoma un poco più normale?
cmq l'idea di fondo è ECCEZIONALE.

avanti così!!!

Anonimo ha detto...

il POD è esteticamente ORRENDO ma l'idea di fondo è OTTIMA.
VAI COSI'.

gianstefa ha detto...

Attendo ormai da anni la commercializzazione in Italia!!!
C'è speranza di vederla sul mercato oppure continua ad essere boicottata da interessi superiori?

Anonimo ha detto...

Quando? Quanto? Come? Assistenza?
Dateci queste quattro informazioni e vedrete che in tanti cambieremo auto, modo di pensere, di vivere, di preservare il nostro pianeta.

larobinia ha detto...

che genialità, sarà la macchina del futuro!!!
da migliorate l'estetica e la capacità dell'abitacolo.
Suggerisco di rivolgere lo sguardo anche verso le esigenze dei potenziali acquirenti disabili, sia verso chi può guidare rimanendo seduto sulla propria sedia a rotelle sia verso chi deve essere semplicemente trasportato rimandendo seduto sulla propria sedia a rotelle.

larobinia ha detto...

che genialità, sarà la macchina del futuro!!!
da migliorate l'estetica e la capacità dell'abitacolo.
Suggerisco di rivolgere lo sguardo anche verso le esigenze dei potenziali acquirenti disabili, sia verso chi può guidare rimanendo seduto sulla propria sedia a rotelle sia verso chi deve essere semplicemente trasportato rimandendo seduto sulla propria sedia a rotelle.

Anonimo ha detto...

Ma c è la convenienza economica?

Anonimo ha detto...

Speriamo che sara messa in vendita ad un prezzo non troppo esoso per le tasche di noi poveri operai che ci siamo rotti di quete speculazioni da parte dei petrolieri.
Speriamo che con questo tipo di auto finalmente riusciremo a savaguardare almeno un po il pianeta che non ne puo piu delle nostre violenze,prima o poi c'e la fara pagare con tutti gli interessi.

Anonimo ha detto...

Caro Guy: ti informo che mi sono stancato di aspettare la tua vettura, ho acquistato un'auto usata con motore alimentato a gpl.
Mi hai proprio deluso.

Anonimo ha detto...

l azienda distributrice si deve occupare di diffondere centri di assistenza , per dare più sicurezza al cliente, anche se questo comporta un costo maggiore,il prezzo abbastanza contenuto del veicolo permetterebbe questa operazione.SONO FIDUCIOSO.........

Anonimo ha detto...

Sono davvero indignato del fatto che ci sia una così grande scopera e allo stesso tempo un così grande silenzio perchè?

Anonimo ha detto...

Vorrei acquistare questa auto, già ho dato i miei dati sono ancora in attesa della vendita. Ricordo che già ci sono le vetture elettriche, purtroppo costano circa 20k, spero che questa costi la metà.
Danilo

Anonimo ha detto...

vorei ricevere piu notizzie per acuistarla e dove rivolgermi

Anonimo ha detto...

e continuano a farci comperare auto a benzina,,, che palle, ho bisogno di unauto ad aria, a quando un'offerta vera???

Anonimo ha detto...

va tutto bene,ma serve avere assitenza qui in italia..

Brigante Peuceta ha detto...

Nell'attesa ho acquistato una bici elettrica e ho rifatto l'abbonamento all'autobus. Guy...sbrigati che fa freddo sulla bici e l'autobus non passa mai!!!!

Mitch ha detto...

Diffondiamo sui maggiori social network...

Vittorio ha detto...

non si sà ancora nulla per l'acquisto?

Anonimo ha detto...

Costerà 10.000 euro, alla faccia dei 5-6.000 dei quali si parlava l'anno scorso.
Guy: abbassa il prezzo altrimenti non la compera nessuno!

Anonimo ha detto...

x me è tutta una bufala, altrimenti l'eco sarebbe a livello mondiale (internet insegna). che ci stiano prendendo tutti per i fondelli?

Anonimo ha detto...

C'è aria di burrasca tra catecar e mdi. Sembra che per Marzo 2011 non vedremo proprio niente.

Anonimo ha detto...

è il futuro...non diamola vinta a questi bastardi politici che hanno interessi a boicottarla...

rosgio_1@libero.it ha detto...

Credo che ormai siamo in tanti ad attendere il giorno in cui ai petrolieri che assieme a stati corrotti gli faremo bere il petrolio a colazione pranzo e cene.Il pianeta è in agonia e non si può attendere oltre.L'altro giorno poi facevo un giro in un concessionario dove ho visto gente assurda che ancora va va a farsi il finanziamento per un'auto a benzina dal costo di listino di 27.000 euro.E' desolante

Anonimo ha detto...

Sono entusiasta all'idea che presto potremmo guidare delle auto COMPLETAMENTE ECOLOGICHE, senza far arricchire petrolieri (che comprono squadre di calcio e pagano ingaggi ultramiliardari ...in questi momenti di crisi e si comprono yacht attrezzati di bagni con rubinetti d'oro)e salvaguardare il nostro pianeta per le generazioni future.
Se la domanda sarà importante sconfiggeremo il petrolio

Anonimo ha detto...

Sono entusiasta all'idea che presto potremmo guidare delle auto COMPLETAMENTE ECOLOGICHE, senza far arricchire petrolieri (che comprono squadre di calcio e pagano ingaggi ultramiliardari ...in questi momenti di crisi e si comprono yacht attrezzati di bagni con rubinetti d'oro)e salvaguardare il nostro pianeta per le generazioni future.
Se la domanda sarà importante sconfiggeremo il petrolio

Anonimo ha detto...

Voglio lasciare al produttore pochi consigli :
1)- Dovreste dare la possibilità di modulare il consumo di aria riducendo l'autonomia ma aumentando la velocità. Io come guidatore dovrei poter scegliere la guida a risparmio mantenendo la velocità a 100 km/h con basso consumo di aria. Se volessi andare in autostrada e quindi più veloce dovrei poter aumentare il consumo di aria che mi dovrebbe permettere di raggiungere almeno i 160 km/h consapevole che diminuisce l'autonomia. E' fattibile?
2) l'estetica è imortante, la prima vettura deve essere esteticamente almeno come una normale auto.
3) un quipaggiamento medio buono, che non faccia avere la nostalgia della vecchia auto a carburante fossile.

Una domanda,l'aria che esce dal tubo di scappamento ha una certa pressione, mi chiedo se questa possa essere reincanalata nel cilindro poco prima dell'immisiione di nuova aria compressa che simula l'esplosione del carburante.

Rosso di Sera ha detto...

ma insomma, si può sapere dove comprarla? datemi l'indirizzo di una concessionaria che si trovi almeno in Europa.
Siamo tutti stufi di dover pagare 1,75 Lt la benzina. Senza parlare dell'inquinamento.

Anonimo ha detto...

SI SI è TUTTO BELLO!!LA MDI DEVE DARE UNA DATA CERTA E NON DIRE DAL 2009 DIRE L'ANNO PROSSIMO ESCE IN VENDITA E POI NON è VERO!! VEDREMO NEL 2013 CHE SUCCEDERà!!DATEVI UNA MOSSA!!!LA CRISI è AL MASSIMO!! GRAZIE MG.

archimagnitika ha detto...

Basta dire che l'AirPod ha una brutta estetica! Io lo trovo bellissimo! Rappresenta una svolta, quindi porta con sè un valore di rottura che deve manifestarsi anche nell'estetica! Ma ci pensate se prenderà piede? Il primo modello rimarrà nella storia! Pensate alle promesse della tecnologia del grafene, 300 volte più leggero e resistente dell'acciaio e senza usare petrolio... ne vedremo delle belle! L'unico punto dolente sono i politici corrotti e ignoranti che arrivano sempre vent'anni dopo...

Anonimo ha detto...

243tincioMeravigliosa!!! Non deve essere diversa, sembra l'auto dei fumetti di fantascienza di quando ero bambino. Un'auto moderna deve rompre gli schemi. Magari l'autonomia è iun po' limitata ma credo si tratti solo dei primi modelli. Anche le auto convenzionali all'inizio non avevano grandi prestazioni. Avanti così, viva il futuro migliore!!!...e più bello, alla faccia di chi dice che è brutta :)

gagget ha detto...

Salve a tutti, è già da un anno, forse più, che ho mandato mail di richiesta d'acquisto alla HDI, produzione francese, se non erro, ma non ho mai avuto risposta. Ma cavolo perchè se l'auto è pronta e funzionante, dobbiamo continuare a rovinare il futuro della nostra società? Bella non bella, preferirei mangiare un pesce sano o un bel pesce? L'autonomia forse è un pò limitata ma pensate a che fig... se la velocità non è più dettata dalla segnaletica, semplicemente l'auto più di li non và. Pensateci. Appena sarà sul mercato E' MIAAAAAAAAA.

gagget ha detto...

Scusate le mail erano indirizzate alla MDI e non alla HDI. Comunque il risultato non cambia. dai dai daiiiii!!!!!!

Paolo ha detto...

Già da tempo avevo scritto (anche alla MDI) in merito al possibile problema di congelamento dell'aria per temperature sotto lo zero, ma non ho mai avuto risposta. Sono state trovate soluzioni?
Grazie

Anonimo ha detto...

sono anni che vi seguo, ma mi SEMBRA STRANO questo vostro SILENZIO ....
il battage pubblicitario normalmente inizia molttoooo prima e non con i gruppi di acquisto e con una pagina in rete cosi STRIMINZITA.
UN CONSIGLIO quando sarà, non provate a fregarci aumentando il prezzo di lancio!... a buon intenditore (se ne esiste uno) poche parole!!!

Anonimo ha detto...

perché è così difficile iscriversi a questo gruppo di acquisto? perché non si vede mail che la cosa va avanti? le scadenze non vengono mai rispettate. enzo

giovanna viglietti ha detto...

non si tratta tanto dei soldi della maledetta benzina, gpl, metano che sia. ma si tratta di aria da respirare. io mi vergogno di fare respirare a mia figlia l'aria delle macchine e farle sentire il rumore delle macchine. Le strade trafficate sono invivibile da dentro e da fuori. e quelli che si lamentano dell'estetica frequentino pure un corso di estetica, perchè la bellezza per loro non è di casa.

EMANUELA BELLIS ha detto...

Qualcuno cortesemente mi può dire a che punto siamo, avrei urgenza di acquistare un'auto e vorrei questa; è possibile acquistarla ora ?

Anonimo ha detto...

No, secondo me, visto che sono anni che Negre fa annunci mai seguiti dai fatti, purtroppo l'idea non funziona.
Spero di ricredermi, ma gli anni sono passati di promessa in promessa, come quella di donarne una al comune entro il 2012, o quella che la Tata avrebbe fatto uscire un modello per l'India.
Realtà? Zero.

Alessandro Salvo ha detto...

SONO ANNI CHE SEGUO LA QUESTIONE !!!! MA QUANDO PERMETTERANNO DI PRODURLA E VENDERLA ??????? LE MULTINAZIONALI DEL PETROLIO TREMANO !!!!!!!!!!!!!!!!

triartis ha detto...

Purtroppo la vicenda dell'auto ad aria compressa lascia intuire tutto quello che si muove dietro le quinte dei mercati e della ricerca a livello mondiale. Non c'è da stupirsi se stiamo ancora aspettando di poter comprare l'auto ad aria compressa: la cosa è talmente rivoluzionaria da poter essere paragonata alla trasmissione dell'energia elettrica a costo zero inventata da Nicola Tesla, il fisico croato morto nel 1943 in circostanze poco chiare, titolare di circa 800 brevetti, le cui attrezzature - a quanto dicono i suoi biografi - vennero sequestrate dopo la sua morte dalla CIA. Non sono le multinazionali del petrolio a tremare, dal momento che non si fanno scrupolo di usare ogni mezzo per eliminare ciò che dà loro fastidio. Bisognerà avere tanta pazienza e aspettare che la logica inarrestabile del formicaio superi la capacità dei potenti di ostacolare per i propri interessi egoistici lo sviluppo dell'umanità.

triartis ha detto...

...mi correggo: Tesa era serbo, non croato.

walter dal lago ha detto...

Condivido pienamente quanto da lei scritto. ..

Quanto saresti disposto a spendere per un’auto ad aria compressa che percorre 200 km con 2 euro di ricarica , viaggia al massimo a 70 km orari ed ha emissioni nocive zero?